10 libri utili per insegnanti

5 segnali di bassa intelligenza emotiva-insegnanti-consapevoli
Basso livello di intelligenza emotiva? Cinque segnali per scoprirlo
giugno 26, 2018
7 modi per ricaricarsi emotivamente-insegnanti-consapevoli-mary-gioffre
7 modi per ricaricarsi durante le vacanze
luglio 10, 2018
Show all
Libri insegnanti-Insegnanti-consapevoli-mary-gioffre

Le vacanze sono vicine anche per gli insegnanti e finalmente sarà il tempo per ricaricarsi e staccare un po’ la spina o approfondire alcune tematiche.

In questo post, ho raccolto i titoli di 10 libri che ho trovato utili per la professione. Alcuni sono più tecnici e presentano dei metodi che possono essere implementati in classe. Altri sono stimolanti per la propria crescita personale, anche se datati. Quali altri libri aggiungeresti alla lista?

1. Le Parole sono Finestre oppure Muri di Marshall B. Rosenberg

Il manuale sulla comunicazione non violenta, conosciuto anche come “linguaggio giraffa”. Un libro pratico e scorrevole che illustra il metodo con esempi.

La nostra capacità di dare empatia ci permette di essere vulnerabili, di ridurre la violenza potenziale, di aiutarci ad ascoltare la parola “no” senza prenderla come un rifiuto, di ridare vita a una conversazione spenta e persino di ascoltare i sentimenti e i bisogni espressi tramite il silenzio.

2. Instant Influence del Prof. Michael V. Pantalon
Un libro che presenta il metodo scientificamente validato su come influenzare una persona in 7 minuti. Utile soprattutto per chi ha a che fare con adolescenti.

Le persone fanno quello che vogliono fare. Non c’è bisogno di forzarle, solo di lasciare che trovino i propri motivi per fare qualcosa. Di fatto, se invece cerchiamo di forzarle, la legge di reattanza psicologica le porterà probabilmente a resistere. Quando lasciamo che le persone trovino le proprie ragioni, possono abbracciare il cambiamento in un lasso di tempo sorprendentemente breve. Perché? Perché ciascuno di noi porta in sé le proprie motivazioni.

3. 11 Favole di felicità di Rosalba Corallo

Un libro che riprende “Le Vostre Zone Erronee” di Wayne Dyer, nel quale l’autore descrive gli 11 comportamenti con cui ci roviniamo la vita e che ci allontanano dalla felicità, intesa come uno stato di accettazione e benessere . E’ un libro per bambini e che può essere usato anche in classe  per stimolare ed è perfetto anche per gli adulti.

Arturo […] aveva finalmente capito che rimanendo se stessi non si può piacere proprio a tutti…”Pazienza”, pensò, “due veri amici, che mi vogliono bene, su tre conoscenti sono già un gran bel risultato!”

4. The Element. Trova il tuo Elemento, Cambia la Tua Vita di Sir Ken Robinson

Un libro di ispirazione sul talento e sulla creatività che ci spinge a riflettere anche su come possiamo aiutare i nostri studenti a trovare il loro “Elemento”.

Se troviamo l’Elemento in noi stessi e incoraggiamo gli altri a scoprire il loro, le opportunità di crescita saranno infinite. Se non riusciamo a farlo, possiamo sopravvivere, ma la nostra esistenza sarà assolutamente insoddisfacente,

5. L’arte di insegnare di Isabella Milani
Degli spunti pratici e dei racconti di vita vissuta tra aule e corridoi sul ruolo dell’insegnante e sul rapporto con gli studenti  e con gli altri adulti.

Per essere interessanti, bisogna essere preparati e saper coinvolgere gli studenti, ma soprattutto essere capaci di comunicare entusiasmo. Come si fa? E’ semplice: per suscitare entusiasmo negli alunni dobbiamo provarlo prima noi. Non riusciremo mai a entusiasmare qualcuno se parliamo di qualcosa che ci lascia indifferenti. E’ lapalissiano, ma a volte ce lo dimentichiamo. La sensazione di potenza che si prova quando vediamo negli occhi degli alunni la luce di chi scopre qualcosa di bello è indimenticabile.
L’entusiasmo è un sentimento intenso vicino all’allegria, all’emozione, alla passione. L’insegnante appassionato non può fare a meno di sorridere quando insegna qualcosa con convinzione.

6. Vivere, Amarsi, Capirsi di Leo Buscaglia

Un libro un po’ datato, ma che ancora parla dritto al cuore con una semplicità disarmante.

Pensiamo che essere adulti significhi essere indipendenti e non aver bisogno di nessuno. Ecco perché stiamo tutti morendo di solitudine.

7. Io Sono Malala di Malala Yousafzai con Christina Lamb

La storia incredibile di Malala, Premio Nobel per la Pace 2014, sopravvissuta a un attacco dei talebani e che da quel momento ha deciso di dedicare la sua vita alla battaglia per il diritto alla cultura e al sapere delle donne. Coraggio di seguire il proprio cuore, ispirazione e speranza.

Sedermi a scuola a leggere libri insieme a tutte le mie amiche è un mio diritto. Vedere ogni essere umano sorridere di felicità è il mio desiderio. Io sono Malala. Il mio mondo è cambiato, ma io no.

8. Educare alla Felicità di Lucia Suriano

L’esperienza di Lucia Suriano, docente di scuola secondaria di primo grado e teacher di Yoga della Risata e del suo progetto, riuscito, di portare le risate, come strumento strategico per un maggiore benessere, a scuola. Un libro che vuole stimolare un atteggiamento costruttivo e portare l’attenzione al tema di educare alla felicità.

Alunni, insegnanti e genitori felici non è un’utopia. Le realtà in cui, nonostante gli oggettivi problemi di carenze di fondi e di strutture nella scuola, c’è collaborazione, fiducia e ottime relazioni all’interno della triade, sono quelle realtà in cui ancora si riesce a realizzare sia il processo educativo sia quello dell’apprendimento, portando tutti i protagonisti al successo, alla realizzazione delle proprie potenzialità. I libri, le tecniche, la didattica, i grandi e i piccoli progetti possono portare il loro frutto se la triade educativa riprenderà a camminare insieme, ciascun elemento consapevole della propria funzione, senza la necessità di doversi difendere, anzi sapendo di trovare nelle altre figure supporto e sostegno per proseguire felicemente verso la meta.

9. Tutta un’Altra Scuola! di Giacomo Stella

Cosa c’è dietro tutto al disagio di studenti e insegnanti? Come è possibile cambiare la scuola?  Giacomo Stella fa un’analisi  della situazione attuale e propone la sua visione di scuola: trasformare la classe in una comunità basata sul confronto e la discussione in cui il docente sia un facilitatore e aiuti gli studenti alla ricerca individuale del sapere.

Fin dalla scuola primaria l’apprendimento viene considerato un’esperienza competitiva e questo coinvolge anche le famiglie. Ogni genitore pensa soprattutto al proprio figlio: si sente sollevato e sicuro se non ha problemi di apprendimento. A quel punto va tutto bene; scuola, metodo, insegnante…anche i compagni vengono visti in modo diverso. Se il figlio ha difficoltà scolastiche i compagni vengono coltivati come una risorsa per evitare l’isolamento, si trova un’ancora di salvezza. Figli e genitori sono potenziali alleati nei difficili rapporti con gli insegnanti. Se i figli vanno bene a scuola i genitori si trasformano in solidi alleati dell’insegnante, si preoccupano solo che non ci siano ragazzi che intralciano il suo lavoro e sostengono il docente emarginando i genitori degli studenti che creano problemi.


10. Cervello, istruzioni per l’uso di John Medina

E’ importante per gli insegnanti sapere come funziona il cervello, la memoria e l’apprendimento. John Medina, biologo molecolare,  lo spiega in modo semplice e coinvolgente in 12 “regole” attraverso casi concreti e ricerche e fornisce degli spunti di applicazioni pratici anche per il mondo del lavoro e della scuola.

Il cervello è davvero qualcosa di stupefacente.[…] Senza dubbio il più sofisticato sistema di trasferimento di informazioni che esista sulla terra, il vostro cervello è pienamente in grado di assimilare i piccoli segni neri presenti sul pezzo di legno sbiancato che avete sotto gli occhi, e trarre da essi un significato. Per il compimento di questo miracolo, il vostro cervello invia una miriade di scariche elettriche attraverso centinaia di chilometri di fili conduttori costituiti da cellule nervose così minuscole che migliaia di esse potrebbero stare nel punto che chiude questa frase. E tutto questo richiede un tempo minore di un battito di ciglia. In realtà, lo avete appena fatto. Per giunta, c’è un’altra cosa altrettanto incredibile, data la relazione alquanto intima che abbiamo con il nostro cervello: la maggior parte di noi non ha la più pallida idea di come funzioni. 

 

Avete letto questi libri? Ne avete altri da consigliare?
Scrivetelo nei commenti qui sotto!

P.S.: se ancora non ne fai parte, unisciti alla community di Insegnanti Consapevoli su Facebook!

Mary Gioffrè
Mary Gioffrè
Ciao! Sono Mary Gioffrè, coach, insegnante di inglese e fondatrice di Insegnanti Consapevoli. La mia missione è accompagnare le insegnanti italiane in un percorso di consapevolezza per riscoprire i propri doni e talenti per insegnare e vivere meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

COME CREARE UN CLIMA SERENO IN CLASSE

Creare un clima sereno in classe è l’obiettivo di ogni insegnante. Scarica subito la guida gratuita per conoscere le strategie da mettere subito in pratica!