10 Affermazioni positive per insegnanti

5 strategie per rendere la comunicazione con i colleghi più efficace
5 consigli per migliorare la comunicazione con i colleghi
ottobre 10, 2017
Alunni demotivati: 6 modi per intervenire
Studenti demotivati: 6 modi per intervenire
novembre 14, 2017
Show all
Affermazioni positive

Affermazioni positive

“Che cavolata! Non ci credo a queste cose. Sono solo delle stupide teorie new age.”
“A cosa non credi esattamente?”
“Al pensiero positivo e alle affermazioni. Non è che se ripeto “sono felice sono felice sono felice” poi lo sono veramente. I problemi non scompaiono! E poi sai come sono fatta io. Sono un tipo pratico e  terra terra e questa mi sembra solo aria fritta.”
“E cosa c’è di più pratico e terra terra delle parole che usiamo? Sono proprio le parole che pronunciamo a influenzare la nostra percezione della realtà!”

Stavo parlando con un’amica di pensiero positivo e affermazioni e le stavo raccontando di come essere più consapevole delle parole che uso, soprattutto con me stessa, abbia fatto una grande differenza nella mia vita. Le parole sono degli strumenti di guarigione veramente potenti.  Sviluppare il pensiero positivo non significa negare la realtà. Non è che se il mio conto in banca è in rosso, dire “Sono ricca” questo farà lievitare il  conto così magicamente! Pensare e affermare “Ho tutte le capacità per generare denaro”, invece, apre nuove possibilità. Riesci a notare la differenza?
Qualche anno fa, sono venuta a conoscenza del lavoro di Louise Hay, considerata la madrina del pensiero positivo. Non ne ero cosciente, ma per 24 anni avevo usato dure parole di critica e giudizio, soprattutto nei miei confronti. Con gli altri e con i miei studenti, ero molto gentile e clemente, ma con me stessa…apriti cielo! Facevo un errore e passavo giorni a ripetere quanto fossi stupida e sbadata. Il risultato? Ancora più tristezza e scoraggiamento in un ciclo senza fine. Non mi stupisce il fatto che mi dicessero che non sorridevo mai. Ero la mia peggior nemica, come potevo essere serena?
Scoprire le affermazioni positive, uno degli strumenti del metodo Louise Hay, è stata una benedizione. Certo, ci è voluto del tempo per farle mie. All’inizio, la vocina interiore era ancora molto forte e diceva “Non è vero! Ma chi ti credi di essere?”. Piano piano, giorno dopo giorno, ho incluso questa pratica nella routine quotidiana fino a farla diventare un’abitudine. Questo ha trasformato il mio modo di percepire la realtà e ha ricostruito la mia autostima.
Possiamo immaginare la nostra mente come una giungla piena di rovi e  grovigli, costituiti dai condizionamenti limitanti che ci portiamo dietro fin dall’infanzia. Le affermazioni positive aprono come dei varchi. Non è che la strada diventa libera improvvisamente, ci vuole del tempo e, soprattutto, costanza.
Cosa sono i condizionamenti limitanti? Sono delle frasi disfunzionali che abbiamo interiorizzato  e che crediamo vere. A volte sono condizionamenti che abbiamo sviluppato da bambini, altre volte sono convinzioni limitanti che provengono dalla società, “Non valgo abbastanza, non sono all’altezza, sono diversa dagli altri, le donne forti sono destinate a stare da sole, ecc.”
“Ma le affermazioni positive sono solo delle illusioni” potresti pensare. In un certo senso, hai ragione. Ma anche i condizionamenti limitanti sono delle illusioni! Siamo noi che plasmiamo la nostra realtà, tanto vale usare parole positive, non credi?

Ecco allora 10 affermazioni positive per rinforzare l’autostima e metterci in uno stato mentale ottimale per svolgere meglio il nostro lavoro. Scegli quelle che senti più tue e che ti risuonano e ripetile almeno due volte al giorno. Non ci sono controindicazioni! Se la vocina interiore dovesse fare capolino, lasciala sfogare. Stai cambiando un’abitudine e questo richiede tempo, pazienza e comprensione con noi stesse. Puoi anche creare altre  affermazioni. L’importante è che siano espresse con un linguaggio positivo e al tempo presente. L’ideale sarebbe ripeterle davanti allo specchio. Puoi anche scriverle su dei bigliettini, salvarle sul cellulare o sul computer in modo da averle sempre con te.

  1. Faccio il meglio che posso con la consapevolezza che ho.
  2. Imparo dai miei errori e vado avanti.
  3. Tutto passa, tutto cambia. Ho fiducia nella vita.
  4. Quando mi sento stressata/o, mi ricordo di respirare. Ritagliare del tempo per me è un atto di amore verso me stessa/o.
  5. Scelgo di vedere il meglio in ogni persona.
  6. Ogni giorno posso fare la differenza nella mia vita e in quella dei miei studenti.
  7. Scelgo di condividere parole di amore con me stessa/o e con tutte le persone intorno a me.
  8. Mi do il permesso di sperimentare cose nuove.
  9. Oggi controllo il mio dialogo interiore e mi assicuro che sia funzionale per me e per gli altri.
  10. Lascio fluire la mia creatività.
Praticare le affermazioni positive con i bambini può diventare un gioco bellissimo!

Praticare le affermazioni positive con i bambini può diventare un gioco bellissimo!

Praticare le affermazioni positive con i bambini è un regalo immenso che possiamo fare loro. Io ci ho provato con una delle mie classi di quarta elementare in Turchia e i risultati sono stati incredibili. Ho condotto l’attività come un gioco in cui i bambini potevano pescare ogni settimana un bigliettino contenente un’affermazione positiva in inglese. Il loro compito era di ripeterla almeno una volta al giorno. Molti di loro hanno deciso di incollarle sul quaderno, sugli armadietti e sugli astucci. Alcuni erano un po’ scettici e ci è voluto del tempo per coinvolgerli in questa attività. Dopo alcune settimane di pratica, ho notato che alcuni bambini, soprattutto quelli più timidi e insicuri, avevano acquisito più sicurezza in loro stessi. Altri avevano portato questa pratica anche a casa con grande apprezzamento dei genitori. Se vuoi scaricare le affermazioni positive per bambini, clicca qui.

Quali sono i condizionamenti limitanti che ti capita di pensare e pronunciare più spesso? Come puoi  trasformare questi messaggi negativi in affermazioni positive più edificanti?

Condividi la tua opinione lasciando un commento qui sotto!

 

Mary Gioffrè
Mary Gioffrè
Ciao! Sono Mary Gioffrè, coach, insegnante di inglese e fondatrice di Insegnanti Consapevoli. La mia missione è accompagnare le insegnanti italiane in un percorso di consapevolezza per riscoprire i propri doni e talenti per insegnare e vivere meglio.

4 Comments

  1. Mario P. ha detto:

    E’ proprio vero, migliorare positivamente il proprio stato mentale, aiuta molto le relazioni con gli altri e rasserena se stessi.

    Un’impresa alquanto difficile è superare le proprie tensioni e visioni negative relative a quello che ci circonda.

    • Mary Gioffrè ha detto:

      🙂 E’ una nuova abitudine che richiede tempo per essere cambiata e installata, soprattutto se abbiamo passato anni e anni a nutrire la mente con pensieri negativi. Non descriviamo la realtà che vediamo, ma vediamo la realtà che descriviamo. Ad esempio, se penso che la vita sia una lotta continua e la descrivo in questo modo, cosa vedrò intorno a me? Fatica, contrasti, sconfitte e vittorie, ecc. I pensieri determinano la nostra percezione della realtà. Scegliendoli con cura, avremo una visione diversa anche di quello che ci circonda.

  2. […] altre affermazioni positive, leggi il post pubblicato qualche tempo […]

  3. […] da quando curo la mia dieta linguistica e ho abolito i “devo”, “dovresti”, sentirmelo dire da         qualcun altro mi provoca l’orticaria e quella che in psicologia […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

[mc4wp_form id="10215"]